dontyna

fb.  in.  ln.  tw.  rss.

Cosa succede a marzo

Dopo un ritorno a lavoro part-time in attesa dell’inizio del nido di Filippo (leggi: durante i suoi sonnellini, la sera e nei weekend) questo mese torno ad essere una libera professionista quasi normale e ho tante attività in partenza, eventi a cui partecipare e novità da raccontare qui.

Gli eventi – li scrivo perché magari possiamo incontrarci

  • il 6-7 marzo sono a Torino per gli Open Days dell’Innovazione, due giorni di confronto con ospiti internazionali sulle tecnologie per la cooperazione allo sviluppo e per il sociale. In particolare il 7 marzo con Dataninja coordino un workshop, progettato insieme a TOP-OX, per chi vuole muovere i primi passi con l’analisi e la visualizzazione dei dati. Ci sono ancora posti disponibili.
  • il 10 marzo Milano, nell’ambito di Fa’ la Cosa Giusta alle ore 16 racconto l’iniziativa di #cipassalafame in un evento organizzato da Vita Non Profit.
  • Il 16 marzo a Bari sono ospite di un workshop di Riparte il Futuro.

Le attività in partenza

Oltre alle consulenze che sto seguendo da dicembre la novità più importante è il lancio della nuova Dataninja School. Per ora sono online i primi due corsi – Data Strategy e Data Visualization – realizzati nell’ambito del progetto Innovazione per lo Sviluppo, abbiamo 100 posti disponibili gratuiti per chi lavora nella cooperazione internazionale (dentro un’organizzazione o come freelance) ma presto metteremo online altri corsi aperti a tutti. C’è tempo fino all’8 marzo per candidarsi e il primo corso parte il 18 marzo. Per tutti gli altri: abbiamo una lista di attesa dove ti puoi iscrivere per ottenere uno sconto.

Segnalazioni

  • Ci tengo a dirvi che il 6 marzo al Teatro Astra di Torino, alle 21, c’è uno spettacolo teatrale nato grazie al progetto di accoglienza Black Fabula, sostenuto dalle associazioni Fabula Rasa Onlus, M.O.V. Moderne Officine Valsusa e dal comune di Almese che nel gennaio 2015 accolse 51 richiedenti asilo nel suo territrio. Il protagonista è Alassane, 25enne della Guinea Conakry che in scena racconta la sua vita da migrante con i linguaggi del teatro e della danza.
  • Antimatter, studio di motion design, ha aperto la sua call annuale dedicata a progetti non profit che possono candidarsi per avere un sito e un video animato prodotti dai loro designer.
  • C’è una cosa che mi sta facendo stare molto bene in questi giorni: ascoltaresu Audible i podcast della Scuola di Filosofie dei fondatori di Tlon, Andrea Colamedici e Maura Gancitano. Loro si presentano così: siamo due filosofi che si occupano di ricerca interiore, parità di genere, politica, letteratura e fioritura personale. Ho avuto il piacere di incontrarli nella loro libreria-teatro di Roma e vi assicuro che è la verità. Se odiate i podcast, ma amate i libri potreste allora cominciare a conoscerli leggendo La Società della Performance, ne ho parlato tanto su Instagram.

Mi sembra sia tutto. Ci vediamo in giro, no?

Photo by Kari Shea on Unsplash

 

Lascia un commento: